Chi siamo

Langamylove è la concretizzazione di un SOGNO di un gruppo di professioniste legate da una profonda amicizia:  trasformare l’amore per il territorio in cui vivono in attività di accoglienza turistica mettendo in comune le loro professionalità complementari. Valori comuni sono il rispetto del territorio, dell’ambiente e delle persone, la ricerca della bellezza, il contatto con la natura. A settembre 2018  il progetto, redatto grazie all’adesione al percorso MIP della Regione Piemonte, che ne ha validato il Business Plan, è stato ammesso a finanziamento nell’ambito del Bando pubblico per aiuti all’avviamento di attività imprenditoriali per attività non agricole nelle zone rurali (misura 6.2.1) del GAL Borba.
Langamylove ha iniziato la sua attività a maggio 2019.

Titolare dell’impresa individuale è Loretta Verzegnassi, tecnico per l’accoglienza turistica, operatore di turismo esperienziale, insegnante e progettista sociale. I partner strategici del progetto d’impresa sono Maria Pia Lottini titolare del Bio Agriturismo Tenuta Antica di Cessole e Anna Fila Robattino, consulente in discipline olistiche, di Olmo Gentile. Il Comune di Monastero Bormida ha messo a disposizione la sede operativa in cambio di collaborazione per l’apertura di un punto di raccolta e distribuzione di materiale promozionale delle attività del territorio e di scambio ed incontro per gli operatori turistici.

panchina gigante col cuore

Ambito territoriale del progetto e obiettivi principali

Langa Astigiana e Valle Bormida: 33 comuni – 400 kmq – multicentrismo amministrativo e marginalità tra le criticità, capacità di programmare interventi complessi ed integrati e omogeneità per sociologia e geografia tra i punti di forza.  Territorio acquese: è l’area di maggior vocazione turistica, con il 30% delle presenze dei turisti venuti in provincia di Alessandria nel 2017.

L’offerta turistica è frammentata, la carenza di trasporti pubblici e di punti di informazione turistica la limita ulteriormente. La maggior parte delle attività di animazione territoriale attualmente si basano sul volontariato (sagre, feste…)

L’obiettivo principale è l’organizzazione di esperienze turistiche di tipo esperienziale a periodicità garantita in collaborazione con Enti, Associazioni Culturali, agriturismi, bed and breakfast, ristoranti, agricoltori e produttori locali, artigiani. In seconda battuta la promozione e la vendita di prodotti alimentari e non alimentari del territorio tramite la partecipazione a feste, fiere, manifestazioni grazie alla licenza di commercio ambulante. In particolare il filo conduttore è la vendita di prodotti alimentari e non legati ai fiori.

Si vuole promuovere soprattutto il turismo esperienziale, il contatto con la natura, la relazione con le persone e le tradizioni del luogo, l’agricoltura e la produzione alimentare sostenibile e di piccola scala, i prodotti di qualità.

La modalità operativa è il lavoro di rete e l’attivazione di collaborazioni virtuose sommando le diverse competenze e capacità in modo da valorizzarle con effetto moltiplicatore, evitando inutili duplicazioni e lo spreco di risorse preziose.

L’attività sarà pubblicizzata principalmente tramite il sito www.langamylove.com, i canali social e l’App TravelMate.

Langa My Love logo

VISION

Creazione nell’arco di tre anni di attività di un polo di eccellenza professionale che coordini una rete di operatori locali per generare un’offerta turistica di qualità integrata e sostenibile  in modo da aumentare l’affluenza e permanenza dei turisti nel territorio, valorizzando le sue peculiarità autentiche e generando ricchezza.

MISSION

  • Commercializzare i prodotti alimentari locali  di eccellenza valorizzandone l’unicità
  • Sviluppare proposte di turismo esperienziale e creare EMPATIA con il territorio tramite percorsi alla scoperta delle “anime” dei luoghi e dei prodoti del territorio 
  • Creare una rete di operatori locali con sinergie efficaci e potenzianti Valorizzare il paesaggio rurale vivente ( castelli, torri, borghi, arte, cultura ) e le sue risorse artistiche 
  • Restituire al fiume Bormida “ritrovato” il suo ruolo di protagonista del territorio all’interno della strategia di valorizzazione delle aree interne
  • Riscoprire le risorse naturalistiche e i luoghi abbandonati dall’agricoltura
  • Far scoprire zone di natura incontaminata
  • Creare PTE prodotti turistici esperienziali di tipo WOW ( su misura, da ricordare e raccontare ) 
  • Promuovere la produzione di gadget del territorio
  • Offrire servizi di promozione, consulenza e commercializzazione agli operatori
Prenota l'esperienza!